Sono stata a Milano e tra la Pinacoteca di Brera e le Gallerie d’Italia ho inserito anche una visita al Museo del Fumetto (WOW Spazio Fumetto – Museo del fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano) dove fino al 25 febbraio 2018 c’è una mostra sulle principesse Disney:

Sogno e Avventura. Da Biancaneve a Frozen, 80 anni di principesse nell’animazione Disney.

Arrivando nei pressi del museo è impossibile non riconoscerlo: pareti ricoperte da murales di personaggi dei fumetti, da Goku a Spiderman, passando per Topolino, Braccio di Ferro, Snoopy, Wonder Woman e molti altri.

 

All’interno, c’è un piccolo shop e la cassa. Facciamo i biglietti (la mostra costa 5€ intero, 3€ ridotto) e saliamo al secondo piano. Sulle pareti delle scale sono appesi i poster cinematografici dei vari cartoni animati Disney e appena arrivati in cima c’è un espositore (già vuoto) dove le bambine possono prendere in prestito i vestiti da principesse per girare la mostra come tali. Uffa, perchè queste cose le fanno solo per i bambini? Io volevo tanto essere Biancaneve.

Infatti è proprio in onore degli 80 anni dall’uscita nelle sale di Biancaneve e i Sette Nani che è stata fatta questa mostra.

La mostra consiste principalmente, come ci si aspetta da un museo del fumetto, in disegni originali e fumetti dei cartoni animati con protagoniste le principesse. Inoltre ci sono i poster cinematografici, photo set e giochi. Dai set lego a quelli Hasbro, passando per il Disney Store. Se volete sapere quante sono le volte che posso entrare in un Disney Store prima di cedere all’impulso compulsivo di acquistare qualcosa, ecco, sono 3. Comunque tornando alla mostra, oltre ai vari materiali esposti ci sono anche un sacco di informazioni sulle origini di queste principesse e le vere fiabe da cui derivano: i fratelli Grimm, Hans Christian Andersen e Charles Perrault. Inoltre si può anche notare come nel corso di questi ottant’anni le tecniche di animazione si siano evolute, dai disegni a mano al digitale.

Di seguito sono riuscita, tra bambine urlanti vestite da principesse (ripeto, che invidia!) e genitori esausti che leggevano ogni parola alle figlie che chiedevano delucidazioni, a scattare qualche foto dei disegni e illustrazioni di alcuni classici Disney.

 

Tutto sommato la mostra è interessante, anche se un po’ piccola, e se siete amanti dei Classici Disney un salto a vederla è d’obbligo, sperando ci siano pochi bambini e almeno un costume da principessa della vostra taglia.

Per maggiori informazioni sulla mostra e sul museo del fumetto cliccate qui!

Hail Fanacea!