Fusioni tra gioco e fumetto: All You Can Eat

all you can eat

Qualche mese fa abbiamo visto un gioco che attraverso una particolare tecnica di collage misto animazione andava ad omaggiare il Rinascimento e in particolar modo alcune delle opere artistiche più rappresentative di quel periodo.

Oggi vi parlo di All You Can Eat, un gioco a primo impatto diversissimo da Four Last Things, ma che di base ambisce a qualcosa di molto simile: omaggiare le strisce a fumetti presenti sui quotidiani, come i classici Dilbert e Calvin&Hobbes.

All You Can Eat, punta e clicca creato dal duo di sviluppatori Gamechuck, è un piccolo esperimento, un tentativo di fusione tra due media che solitamente hanno poco da spartire: videogiochi e fumetti.

Ogni sequenza del gioco è infatti rappresentata come una striscia composta da tre vignette, dove ogni azione del giocatore porta alla creazione di una nuova striscia. Nella maggior parte dei casi si tratterà semplicemente di selezionare una risposta; a volte dovremo risolvere qualche piccolo enigma, secondo le modalità dei punta e clicca tradizionali, raccogliendo e combinando oggetti.

Il protagonista di questo gioco è un uomo che ha smesso di lavorare e ha deciso di passare il resto della sua vita in un ristorante All You Can Eat sempre aperto, grazie ad un coupon che gli consente di mangiare tutto ciò che vuole fintanto che non esce dal locale.

Un giorno viene appeso alla finestra del suo tavolo un avviso di imminente chiusura: dovrà quindi uscire per la prima volta dopo ben 10 anni e darsi da fare per evitare di perdere la sua casa il suo ristorante preferito.

Una volta terminato il gioco ci verrà offerta la possibilità di creare il fumetto in pdf della storia come l’abbiamo appena vissuta. Nel 90% dei casi si otterrà una cosa abbastanza assurda, visto che il gioco tiene conto di tutti i tentativi a vuoto e le azioni inutili eseguite più volte di fila.

La storia è breve (il gioco si può completare tranquillamente in meno di un’ora) e lo stile molto semplice, ma All You Can Eat riesce ad intrattenere bene con il suo umorismo e l’idea è alla base è davvero interessante.

Lo trovate su Steam qui: https://store.steampowered.com/app/663240/All_You_Can_Eat/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.