Buzzer Beater: i sentieri sconosciuti dell’animazione

Takehiko Inoue per gli appassionati di manga e di anime non ha bisogno di presentazioni. Tra i suoi tanti meriti, è impossibile non menzionare una delle vette più alte mai raggiunte dal fumetto giapponese a tema sportivo (c.d. spokon), ovvero Slam Dunk, di cui è stata fatta una pregevole trasposizione animata, seppur incompleta rispetto al fumetto.

Però, come tutti ormai saprete, questa non è una rubrica comune e ovviamente non si parlerà di Slam Dunk, ma della trasposizione animata di un altro fumetto di Inoue a tema sportivo e sempre incentrato sul basket: Buzzer Beater.

Di questo anime sono state fatte due serie, ma come sempre per comodità espositiva le si tratterà come un’opera unica.

buzzer beaterSlam Dunk

La trama di Buzzer Beater

Buzzer Beater è innanzitutto divertimento e agonismo, già a partire dalla trama.

In un lontano futuro la Terra fa parte di una realtà politica intergalattica in cui è semplicemente un punto qualsiasi nell’universo. Gli alieni conquistatori, i Goran, e i terrestri non vanno granché d’accordo, ma c’è una cosa che li accomuna: la passione per il basket.

Una passione così diffusa nell’universo che ormai da anni esiste un campionato intergalattico. Una specie di NBA interplanetaria. C’è però un problema: nessun essere umano vi partecipa. Gli alieni sono troppo superiori fisicamente e nessun giocatore terrestre riesce a giocare a quei livelli. Si è creato così il paradosso che gli essere umani, inventori del gioco, sono stati completamente esclusi dal poterlo esercitare in una competizione importante come la Lega Intergalattica.

Un miliardario appassionato di sport però non ci sta e mette assieme i più grandi talenti che la Terra può offrire, per formare una squadra abbastanza forte da far vedere agli alieni che i terrestri hanno ancora molto da dire sul campo da gioco.

buzzer beaterpersonaggi buzzer beater

Caratteristiche e temi

L’ambientazione inconsueta e giocosa alla Space Jam si mischia ai temi di fondo di gran parte degli spokon: la voglia di vincere, l’impegno, l’allenamento.

Questi ragazzi si rompono la schiena, affrontano insicurezze per poter giocare coi più grandi e superare i propri limiti.

C’è inoltre un tema in qualche modo “politico” (non so quanto inserito consapevolmente da Inoue): questi ragazzi vogliono urlare all’universo che la Terra non è finita, che i terrestri hanno ancora la loro dignità.

Non lo fanno imbracciando le armi per un’indipendenza ormai definitivamente perduta, ma vogliono farlo attraverso lo sport.

E d’altronde la storia è piena di esempi che hanno visto lo sport usato quale mezzo per far passare un messaggio: basta pensare agli atleti americani alle olimpiadi del Messico nel 1968 con i guanti delle Pantere Nere, o ai giocatori di Football che si inginocchiano al suono dell’inno nazionale per protestare contro Trump.

Oppure all’incontro “Rumble in The Jungle” tenuto da Muhammad Alì in quell’Africa che sentiva come sua patria perduta, in mezzo a coloro che considerava fratelli.

Personaggi di Buzzer Beater

Nel corso delle puntate ci si affezionerà alla squadra terrestre: dall’impetuoso Hideyoshi, protagonista della serie e prodigio della squadra, al donnaiolo DT. Senza dimenticarsi la dolce e tenace Cha Che, un vero cecchino coi tiri lunghi.

E ovviamente è impossibile non citare il miliardario Yoshimune, che segue la squadra e mostra una grinta degna di un ventenne.

Uno dei motivi principali per proseguire con quest’anime è proprio la sensazione di famiglia che emana: chi arriva alla fine si sentirà un membro effettivo della squadra.

buzzer beater

Conclusione

Anime colorato, rumoroso e casinista, capace di momenti adrenalinici come solo i migliori anime sportivi sanno fare. Purtroppo la versione sub ita è dispersa, ma ci si può procacciare una versione sottotitolata in inglese.

HAIL FANACEA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.