DIY: costruire un cabinato fai da te per il retrogaming selvaggio – Parte 1

costruire un cabinato fatto in casa

“Ah, Quanto vorrei un cabinato da salagiochi nel mio salotto!”

Alzi la mano chi ha pronunciato questa frase almeno una volta nella vita, credo TUTTI.
Il problema è che comprare uno di questi bestioni non è un affare da poco: lo si può comprare usato presso qualche salagiochi, ormi sempre più rare (sigh), sparse nelle vostre località balneari preferite, oppure cercare qualcuno online che, trovandosene uno in cantina/garage/soffitta ve lo voglia vendere a poco.
In alternativa esistono siti che ve ne possono costruire uno da zero, ma i prezzi non sono certo alla portata di tutti [preparatevi a vendere vostra madre].

Cosa resta da fare se la voglia di un cabinato tutto nostro non ci lascia andare?
Semplice, costruirne uno NOI!

cab2

 

Questa, sia chiaro, non vuole essere una guida dettagliata su come costruire un cabinato, anche perché non sono così esperto di queste cose per poter essere un punto di riferimento per nessuno.
Vuole essere invece la condivisione di un progetto in tempo reale, se poi dovesse rivelarsi utile a qualcuno per il proprio cabinato tanto meglio.

Dividerò questo progetto in 4 parti: dall’istallazione e configurazione del comparto software/hardware alla realizzazione della struttura vera e propria del cabinato in legno.
Intanto vediamo di capire cosa ci occorre per partire:

 

Parte 1 – Il necessario per il progetto

Fondamentalmente per iniziare a giocare bastano pochissimi componenti e pure a pochissimo costo, ecco elencato cosa ci serve per la parti 1 e 2 del progetto:

Raspberry Pi 1/Pi 2/Pi 3 (io ho la Pi 2 model B)
Un single-board computer economico che ci permetterà di fa girare migliaia di giochi per tutte le piattaforme più famose.
è un computer a tutti gli effetti, con processore, porte usb, hdmi e non è troppo complicato da programmare.

scheda raspberry

Sito    –   Compra su Amazon

– MicroSD
Da 16-32GB, meglio se classe 10.
Dove istallare il sistema operativo, gli emulatori e tutte le rom dei giochi
Compra su Amazon

– Alimentatore Micro USB
Compra su Amazon

Cavo HDMI ad alta velocità
Compra su Amazon

– Tastiera USB
Compra su Amazon

– Joypad USB
(se li possedete già, i controller PS3 vanno benissimo)
Compra su Amazon

Escluso il Raspberry, che comunque ha un costo inferior ai 50€ gli altri componenti sono facilmente reperibili a costi minimi, addirittura a costo zero se già li avete in casa.

Per ora è tutto, nella parte 2 si parte con l’istallazione del sistema operativo e della configurazione dei joypad.

2 commenti su “DIY: costruire un cabinato fai da te per il retrogaming selvaggio – Parte 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.