Game of Thrones: il vero Dream Team

Questo non è il vero “Dream team” di Game of Thrones

Siamo in piena febbre da GoT, ormai ci stiamo avvicinando alla fine della settima e penultima stagione e quindi la scimmia sale, i fan si movimentano e i meme imperversano peggio che l’esercito dei non morti. Dopo aver visto la (spoiler alert) 07×05, una scena in particolare, la parte del quattordicenne brufoloso che si emoziona a sproloquiare a vanvera si è fatta sentire e ho dovuto assecondarla per qualche ora per poter placare il mio animo.

the eastwatch made by snow the hound and tormund

L’immagine in questione è questa. Ora, non sono un giocatore di videogame e ho solo un’infarinatura di gdr cartaceo, ma ho sbrofolato duro a vedere le parole dream team accostate ad un’accozzaglia di personaggi che, di fatto, sanno solo brandire una spada o poco più (battle blacksmith, RLY?). Mi è quindi venuto il bizzo di stilare la mia personale fantaclassifica (o se vogliamo usare termini più nerdoni, di buildare) di quello che dovrebbe essere il vero party da gdr, ovviamente in stile GoT.

Iniziamo dal numero: un party da 7 persone è un’armata brancaleone, ingestibile e troppo caotica. Dobbiamo limitarci a 4-5 personaggi (si, lo  so che la compagnia dell’anello aveva 9 componenti, ma loro non contano).

I ruoli del team classico

Secondo, prima di passare ai personaggi definiamo i ruoli. Cosa non può mancare in un party ben assortito? Ma soprattutto, considerando il tipo di storia/ambientazione in cui ci troviamo, che ruoli possiamo trovare?

IL TANK: il picchione duro e puro, un tizio grosso che prende le botte e ne restituisce almeno altrettante (insomma, come hulk negli Avengers). Questo ruolo lo copriamo senza alcun problema. Praticamente quasi chiunque sappia brandire una spada nei sette regni e sia tuttora vivo in questa stagione potrebbe rientrare in questa categoria.

L’HEALER: l’incantatore che durante un combattimento impedisce che tu schiatti e ti rattoppa quando tutto è finito. La magia per quanto presente non è uno strumento alla portata di tutti e GoT è essenzialmente una ambientazione low magic, il che significa che i personaggi che sanno usare la magia si contano nelle dita di una mano.

IL CASTER DI SUPPORTO: chi ha la magia giusta al momento giusto per risolvere la situazione. Come sopra, ma ancora più rari.

IL BLASTER/DAMAGE DEALER: chi fa TANTO male. Con la magia o senza, poco importa. Definizione che lascia adito ad interpretazioni discordanti (potrebbe tyrion essere considerato un personaggio del genere, visto che ha avuto l’idea di usare l’alto fuoco per sconfiggere la flotta nemica?), ma qualcosa si trova anche qua.

IL FACE: il diplomatico, chi usa le parole al posto della spada per raggiungere il proprio obiettivo. Fortunatamente a westeros chiunque non sappia usare una spada rientra in questa categoria, quindi non avremo difficoltà a trovare la persona giusta.

Il vero dream team spaccaossa

Sì, d’accordo, ci hai fatto capire che in pratica di gente che mena le mani ne servono pochi ma buoni, quindi alla fine della fiera chi scegli?

IL TANK: non c’è storia. Ci sono solo due personaggi che fino ad ora ne hanno prese e date di santa ragione, più di qualsiasi altro. I fratelli Sandor e Gregor Clegane (rispettivamente conosciuti come il mastino e la montagna). Tra i due la mia preferenza va a Sandor (The Hound), seppur fisicamente inferiore fino ad ora non è mai schiattato e si è sempre rialzato, SEMPRE. È praticamente un terminator ma senza uno scopo.

L’HEALER: ok, qua la questione si fa un pelo complicata. È vero, ci sta la gente tipo Melisandre che riesce a riportare in vita i morti con un tocco delle sue labbra (E GHE CREDO), ma ho sempre avuto l’impressione che certi rituali magici in GoT siano un po’ troppo complessi/delicati perché siano usufruibili sempre e comunque. La mia scelta va quindi verso un maestro della Cittadella, anche se tecnicamente non è un vero maestro: Samwell Tarly. Studioso diligente, non si fa scrupoli quando si tratta di salvare la vita del prossimo, e diciamolo: il ragazzo ci sa fare.

IL CASTER DI SUPPORTO: le scelte sono poche, tbh. Qyburn e Melisandre sono degli ottimi esempi, ogni volta hanno saputo togliere delle grosse castagne dal fuoco ai loro signori, sempre utilizzando il giusto sortilegio. Ma tra tutte le persone che sanno manipolare la magia ce n’è una che spicca tra tutte: Brandon Stark. Nessuno può eguagliarlo in preveggenza e divinazione, e la conoscenza è potere.

IL BLASTER/DAMAGE DEALER: di gente che sa far male c’è l’imbarazzo della scelta. Ma qua si sta puntando a massimizzare il risultato, per cui la scelta può essere una sola. Daenerys (of the House Targaryen, the First of Her Name, The Unburnt, Queen of the Andals, the Rhoynar and the First Men, Queen of Meereen, Khaleesi of the Great Grass Sea, Protector of the Realm, Lady Regnant of the Seven Kingdoms, Breaker of Chains and Mother of Dragons, per chi ci tiene all’etichetta). 3, dico TRE draghi che volano e inceneriscono tutto quello che gli si para davanti. ‘nuff said.

IL FACE: altra questione spinosa. Di personaggi carismatici e che sguazzano negli intrighi diplomatici/di corte ce ne sono a bizzeffe, ma qual è il migliore? Personalmente ho trovato la risposta a questa domanda ragionandoci sopra un attimo. Chi è l’unica persona che dai tempi dei Targaryen è sempre rimasta fedele al suo scopo, e lo ha continuato a perseguire con successo indipendentemente da chi sedesse sul trono? Varys. Nessuno, in 7 stagioni, gli ha detto di no, NESSUNO.

this is the real dream teamfor game of thrones

Ecco, questa sarebbe la rosa di prescelti che a mio modesto parere potrebbe affrontare qualsiasi cosa gli si pari davanti in una qualsiasi avventura nei 7 regni.

“MA COME NON HAI MESSO ARYA?!?!?!?!?!? E TYRION?!?!?!?! CHE CLASSIFICA INUTILE”.
Non si sta valutando la figaggine del personaggio, altrimenti avrei fatto una squadra composta da 5 Syrio Forel, e poi oh, si sta facendo una classifica a gusti personali, fate la vostra e postatela nei commenti, e che vinca la squadra migliore.

HAIL FANACEA!

2 commenti su “Game of Thrones: il vero Dream Team

  1. Premesso che per figaggine la squadra con cinque Syrio Forel vince a mani basse, io propongo il mio dream deam seguendo i ruoli sopra citati:
    Tank: Wun-Wun o se si vuole qualcuno di “vivo” direi la Montagna, perché oltre ad essere superiore al Mastino (Ha sostenuto più incontri con gente più stronza), ora penso sia ancor più difficile da stirare.
    Healer: ci metto Qyburn qui, pensando a “Healer” tra virgolette perché comunque è Got, e Qyburn mi sa di tipo che ti tiene in piedi in qualche modo, che ti droghi, che ti zombifichi, insomma, qualcosa s’inventa.
    Support Caster: Brandon Stark per i motivi già spiegati.
    Damage Dealer: La tipa con DRAGHI, come sopra.
    Face: Ditocorto, perché per quanto possa avere dei punti deboli, possa essersi fatto fregare, basta guardarlo in faccia per capire che c’ha un “Raggirare” che avrebbe potuto convincere Eddard Stark a vendere i figli al mercato degli schiavi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.