I migliori giochi da tavolo economici – parte 2

i migliori giochi da tavolo economici

Eccoci! Siamo tornati con la seconda parte della lista dei migliori giochi da tavolo economici in circolazione. Se vi siete persi la prima parte la trovate qui.

6 Nimmt!

scatola di 6nimmt

Autore: Wolfgang Kramer
Giocatori: 2-10
Durata: 30 Minuti

Un gioco bastardo il cui nome tedesco rende sicuramente meglio di “6 le prendi” (edizione italiana). In 6 Nimmt i giocatori hanno in mano alcune carte numerate da 1 a 104 e ogni turno ne giocano una coperta, quindi si scoprono tutte assieme e si posizionano in ordine crescente sulle quattro file presenti sul tavolo; la carta che viene posizionata sesta della fila farà ottenere a chi l’ha giocata una carrellata di penalità. Esatto: niente punti, solo penalità; non si vince, si perde e basta, questo è lo spirito del gioco. Da sé che questo competitivo si fonda sulle bastardate, ma quelle cattive; ogni turno nella testa è tutto un “io so che lui sa che io so che lui dovrebbe giocare questa, quindi..” e poi finisce sempre e comunque tutto a puttane. Di fatto si può intuire una strategia di fondo, ma spesso si finisce a giocarci come ad una partita di briscola a 5 coperta al ribasso: tanto sarà sempre lo stesso stronzo a pigliarsi tutte le penalità, finendo a invocare divinità animalesche e multiformi.

8€ – Edizione Tedesca (No Lingua dipendente, Regolamento reperibile online)

16€ – Edizione Italiana

 

 

La Tarma Imbrogliona

scatola de la tarma imbrogliona

Autore: Emely Brand / Lukas Brand
Giocatori: 3-5
Durata: 30 Minuti

Gioco unico nel suo genere: per vincere si DEVE imbrogliare. Il gioco è molto semplice, ricorda Uno ma con gli scarafaggi. La grossa differenza sta nel fatto che i giocatori per finire le carte prima degli altri possono fare di tutto: buttarle a terra, farle sparire nelle maniche, infilarle in mezzo agli scarti e nasconderle sotto la ciotola delle patatine. Tutto è lecito, a patto di non farsi beccare dal malcapitato che ha il compito di verificare che gli altri non imbroglino. Giocando ho imparato che esistono due tipi di controllori: quelli che si accorgono anche dei tuoi calzini spaiati sotto al tavolo, e quelli che ti ricordano com’era quando la professoressa usciva dalla classe e mandava il bidello a controllare. Insomma, un gioco cazzaro che di più non si può, in cui a forza di partite prenderete tanti di quei gradi in raggirare e rapidità di mano che un ladro ai livelli epici se li sogna.

15-17€ – Edizione Italiana

9€ – Edizione Tedesca (No Lingua dipendente, Regolamento reperibile online)

 

 

Mamma Mia

scatola di mamma mia

Autore: Uwe Rosenberg
Giocatori: 2-5
Durata: 30 Minuti

In questo semplice gioco i giocatori a turno mettono gli ingredienti dalla mano in una pila comune, e quando ritengono si siano accumulati quelli necessari per la loro ricetta la giocano eliminandoli dalla pila. I giocatori devono quindi tenere a mente gli ingredienti giocati e rimossi per realizzare le ricette nel momento giusto e ottenere punti. Una ricetta giocata quando gli ingredienti non sono presenti infatti, non ne rimuoverà alcuno, né totalizzerà alcun punto. Questo gioco, devo dirlo, ha due enormi difetti: una grafica indecente che sembra uscita da Paint e l’ananas sulla pizza! L’ANANAS!!! Superato questo enorme scoglio fingendo che l’ananas sia formaggio, il gioco fila. E in un paio di partite vi sentirete dei piccoli geni a tenere a mente tutti gli ingredienti pronti a giocare la vostra ricetta finché il giocatore prima di voi, li mortacci sua, non vi gioca una ricetta facendo marmellata nella vostra testa. E allora si va di la modalità berserker e si iniziano a cacciare giù ricette come se non ci fosse un domani nella speranza che qualcuna si realizzi perché ormai di ricordarsi di qualcosa non se ne parla proprio.

9-10€ – Edizione Italiana

The Mind

 

scatola di the mind

Candidato al premio per il miglior gioco dell’anno 2017, metterà il vostro gruppo di fronte ad una sfida che solo un’unimente potrà superare. Un mazzo di carte numerate da 1 a 100, le vostre menti interconnesse, un silenzio che la chiesa se lo sogna e un livello di anarchia da Francia di fine ‘700. Ogni giocatore ha in mano alcune carte e insieme agli altri devono giocarle in ordine crescente su una pila comune senza parlare, ma non esiste un ordine di turno, ognuno gioca quando “se la sente”. Grazie alla vostra mente condivisa (occhiatacce, pestoni e sguardi disinteressati) dovete capirvi. Assurdo, ma in un modo o nell’altro funziona e il risultato è spettacolare. Quattro idioti che si guardano male per minuti interminabili finché qualcuno gioca una carta, scatenando le imprecazioni di tutti, che in realtà avrebbero fatto la stessa cosa mezzo secondo più tardi. Un condensato di follia e divertimento che metterà in discussione l’intesa che credete di avere. Imparerete che ognuno percepisce lo scorrere del tempo a modo suo, e mentre voi e il vostro compare (voi con l’87 e lui con l’88) cercherete di capire chi dei due deve giocare prima, dall’altra parte del tavolo ci sarà un idiota con in mano il 35, che immancabilmente sbotterà insultandovi perché “siete voi che siete troppo impulsivi!” e “ma erano passati solo 20 minuti dal 31!”

10-13€ – Edizione Italiana

 

Siamo giunti alla conclusione della nostra lista, questi sono i migliori giochi da tavolo economici che si possano trovare, il mio consiglio è: sceglietene almeno uno e cacciateli fuori questi 10€ che non ve ne pentirete!

P.S. Di alcuni giochi ho consigliato anche le edizioni tedesche perché spesso costano molto meno e trattandosi di giochi che non dipendono minimamente dalla lingua se non per il regolamento che si può tranquillamente trovare online, conviene.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.