iBoy: Netflix in supposte

Riparte la rubrica che tratta dei contenuti Netflix in poche parole, con spoiler e senza peli sulla lingua.

Oggi è la volta di un film che negli ultimi giorni ha fatto parlare parecchio di sé: l’osannatissimo iBoy, o per meglio dire Lo chiamavano Gino Telefonino.
Paragonato da molti a lo chiamavano Jeeg Robot e a Chronicles per via della sua ambientazione molto urbana e per il trattare l’idea del supereroe in maniera diversa dal canone hollywoodiano, questo film sembra essere piaciuto a tutti, tranne al sottoscritto…

Onestamente non capisco tutto questo successo di critica per un film che ok, si lascia vedere, ma non è nulla di eccezionale e che anzi ha una trama talmente stupida da sembrare un film comico-demenziale.

La trama è questa: un ragazzo assiste per sbaglio allo stupro di una sua compagna di scuola. Mentre scappa uno degli assalitori gli spara alla testa; siccome stava provando a chiamare la polizia dal cellulare gli si conficcano dei pezzi del dispositivo nel cervello. Si risveglia con il potere di controllare tutti gli apparecchi elettronici a suo piacere e decide di vendicarsi di tutti i membri della gang presenti allo stupro.

Non sarebbe nemmeno male se fosse un episodio di Misfits, dove tutto è volutamente grottesco e  super-esagerato, ma qui non è credibile proprio perché questo film ha la pretesa di essere serio, troppo serio per una trama così del cazzo.

Un film che se non fosse per l’idea dei superpoteri e della vendetta non avrebbe davvero nulla da dire, cosa di cui ci rendiamo conto nel finale; piatto, moscio e sbrigativo.

Non fa proprio da cagare, c’è di peggio su netflix, ma non è nemmeno il filmone che molti alternativoni di sta ceppa vogliono far credere.

P.S: so che a molti quella gnoma di Maisie Williams piace ma, ragazzi miei, questa tra 10 anni si sfalda come la pasta sfoglia, io vi ho avvisati.

“Babbabia eccheccos’è”

Alla prossima puntata.

HAIL FANACEA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.