La guida nerd alla maternità: don’t panic

Sono Giulia, ho 29 anni, sono un’amante di Star Wars, una divoratrice di telefilm, potteriana incallita, amante della musica rock, ballerina di rock’a billy, umile commessa, amante degli animali con 3 cani, 3 gatti e un riccio (di sicuro sono una futura gattara). Sono un mucchio di altre cose ma, in particolare, sono una futura mamma. Anzi, sono una futura Mamma Nerd.

I bambini mi sono sempre piaciuti… ma quelli degli altri! Sono dolci, divertenti, coccolosi, profumati ma, allo stesso tempo sono frignoni, pedanti e produttori di quintali di pannolini puzzolenti! Ho sempre detto, scherzando, a chi mi chiedeva se volessi dei figli, che si, ma solo quando il Lidl li avesse messi nelle offerte del giovedì.

Ed eccoci qui, dopo queste dolci parole nei confronti dei bambini in generale, a dicembre dell’anno scorso, io e il mio compagno, abbiamo scoperto di aspettare una bambina. E’ stata una sorpresa, all’inizio diciamo pure uno shock. Ovvio, sappiamo che non è opera dello spirito santo e sappiamo benissimo come abbiamo fatto a concepire questa creatura, molti mi hanno detto “con tutti gli anticoncezionali che esistono in commercio???”. Ebbene noi siamo due persone “intelligenti”, o almeno credevamo di esserlo. Il mio compagno è un medico veterinario, uno che ha studiato, un gran secchione per dirla tutta. Io non mi reputo una svampita di prima categoria, anche se un paio di anni fa ho provato a tingermi i capelli di biondo sperando così di avere sempre una scusa nei miei momenti cretini.

Per farla breve, noi avevamo scelto come metodo anticoncezionale il preservativo ed è qui che la nostra parte poco furba viene a galla. Vi svelo un segreto, che tanto segreto non è, funziona solo se lo si usa SEMPRE. Grazie al cazzo (in tutti i sensi) lo sapevamo anche noi, ma ci siamo fidati della tecnologia. Altro segreto svelato, non fidatevi delle app.

Non fidatevi delle app

Esistono delle app per ogni cosa, se qualcuno non lo sapesse, esistono anche delle app per noi donzelle che calcolano il ciclo da oggi alla fine dei tempi. Quella che usavo io si chiama “Il mio calendario” ed è un app fighissima. Ha la possibilità di segnare stati d’animo, dolori vari, sintomi, puoi segnare se hai avuto rapporti e anche se hai raggiunto o meno l’orgasmo. Utilissima per organizzare ferie, fughe romantiche o anche solo serate “sportive” alla Samantha di Sex and the City. Ti calcola pure l’ovulazione, ti dice con precisione quando ovuli e i giorni in cui sei più a rischio gravidanza. Se hai una relazione stabile e non hai rischi di malattie infettive puoi, come ho fatto io, affidarti a questi calcoli scientifici per fare del sesso non protetto… Questa parte dell’app non funziona. In questo è più falsa di Scar, lo zio del Re leone. Più subdola di una Lannister insomma.. se ti fidi ti frega. E così, ci troviamo ad affrontare questa cosa con un misto di paura, gioia, ansia.

Avete presente quando un super eroe scopre di avere poteri? All’inizio è spaventato. La gioia viene dopo.

Per me è stata la stessa cosa.

Uno dei primi segnali che siete incinte è il super olfatto. Sentirete nitidamente cos’ha preparato per cena il vicino, e il vicino del vicino. Al supermercato l’odore della mortadella vi manderà in estasi, e la puzza dell’ascella del cassiere vi rivolterà le budella. Vi coglierà un sonno narcolettico mentre siete a tavola con amici o parenti, diventerete un mix tra il Cappellaio matto e il Ghiro suo amico. Prima sei di compagnia, poi ti spegni, infine prendi sonno. Attente a non farlo sul piatto di zuppa, o il vostro amato vi filmerà e manderà il video a 9gag tv.

Poi arriva la gioia e la consapevolezza di poter veramente creare per la prima volta qualcosa di magico. Hermione Granger vi farà una pippa. Voi state creando la vità. Effettivamente più che una babbana, si è più simili al padre di Star Lord dei guardiani della galassia. Ora capisco mia mamma quando da piccola mi minacciava con la tipica frase “IO TI HO FATTO IO TI DISTRUGGO”. Spero che mia figlia sia intelligente e soprattutto FELICE. Le ho già comprato un completino di Batman, uno di Star Wars e uno di Topolino (DIO BENEDICA H&M).

Gli ormoni

Gli ormoni diventeranno i vostri compagni di viaggio. Non vi abbandoneranno mai durante questo percorso che avete deciso di intraprendere. Piangerete per qualsiasi cosa. Un consiglio a tutte quelle che si guardano Game of Thrones: NON FATELO SE SIETE GRAVIDE. Se vi capiterà la puntata “Le nozze rosse” una parte di voi morirà durante la canzone dei titoli di coda. Ecco The Rain of Castamere cantanta da Serj Tankian così piangete un po’ anche voi.

Gli ormoni influenzeranno positivamente la vostra vita sessuale, perché si, avrete una carica sessuale pazzesca. Evitate tutte quelle serie soft porno tipo True Blood, Black Sails o passerete il resto della giornata a fantasticare e a molestare il vostro compagno. Io ormai Momoa me lo sogno di notte, ho seriamente pensato di comprarmi un vibratore e chiamarlo Khal Drogo… è dura essere incinta, avere gli ormoni di una pornodiva e guardare la tv. La verità è che avrai il sex appeal di una palla medica. Chang di 2 broke girls è più sexy di me in questo momento. Abbandonerai i perizomi a favore dei mutandoni, i reggiseni push-up per quelli da allattamento (dio che comodi) le minigonne per i pantaloni premman. Il mio outfit preferito al momento? ciabatte, pantaloncino con stampato La Sirenetta, e canottiera bianca a coste.

Le cose belle del primo trimestre di gravidanza

  • Prima ecografia. Vedi ancora per intero la tua creatura. E’ informe e assomiglia un po’ ad Alien ma è comunque molto emozionante
  • Le tette
  • La pelle radiosa
  • Le tette
  • I sensi acuti che ti fanno decidere dove cenare a naso
  • Le tette
  • Comprare cose coccolose per il nascituro anche se non si sa il sesso, io ho pure costretto mia suocera a farmi una coperta con forma e colori dello scudo di Capitan America ed il cappellino con le ali correlato
  • Le tetteeee

Scherzi a parte c’è una cosa bellissima che comincia a spuntare, ed è la pancia. Passi una vita a cercare un vestito che NON ti segni la pancia, che ti faccia più magra. Poi resti incinta e ti metti un vestito a righe stretto che ti fascia tutta come Beyonce a Natale. Lo stesso vestito qualche mese fa, ti faceva esclamare “ma che razza di commessa mi ha venduto sta roba che mi fa assomigliare al Brucaliffo???”. Ora da gravida in fase crescente, vedi la tua bella pancia che comincia a spuntare. Non ti vedi grassa. Non ti vedi figa. Ti senti solo felice, il che è molto meglio!

Hail Fanacea!

Giulietta

1 commento su “La guida nerd alla maternità: don’t panic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.