Luke Cage 2: la musica all’Harlem Paradise

La seconda stagione di Luke Cage è uscita su Netflix il 22 giugno scorso, e con un po’ di ritardo sono riuscita a recuperare in pochi giorni tutti e 13 gli episodi. Per quanto mi fosse piaciuta la prima stagione, l’ho trovata lenta e a tratti noiosa, ma questa seconda stagione al contrario, mi ha tenuto incollata allo schermo episodio dopo episodio. Probabilmente se siete appassionati delle serie Marvel-Netflix l’avrete già vista (non ci scommetterei lo stesso per Iron Fist) ma se così non fosse non preoccupatevi, questo articolo non contiene spoiler.

Sono rimasta colpita e affascinata non solo dalla colonna sonora e dal cambio di genere musicale che ha preso rispetto alla prima serie, ma dalla presenza in quasi tutti gli episodi di musicisti afroamericani che si sono esibiti all’Harlem’s Paradise. La musica in un quartiere come Harlem, la vera Harlem, fa parte della storia stessa della città e delle persone che ci vivono. Nella prima stagione abbiamo avuto una colonna sonora prettamente orientata al mondo Hip-Hop e Rap, ma in questa stagione, introducendo personaggi di origine giamaicana, hanno dato un twist reggae alla musica. E devo dire che personalmente è stato molto apprezzato.

Ma vediamo episodio per episodio, quali artisti si sono esibiti sul palco dell’ Harlem’s Paradise.

EPISODIO 1 – JOI, DONALD HARRISON, D-NICE

Joi è la prima artista ad esibirsi in questa stagione all’Harlem’s Paradise con la canzone “Love you forever right now” e viene subito notata da Cockroach, e un po’ da tutti quanti visto che indossava un collare di piume. Tra gli altri artisti che si esibiscono in questo episodio troviamo Donal Harrison e D-Nice.

Per non trasformare questo articolo in un enciclopedia, vi ho inserito i link delle pagine Wikipedia dei vari artisti, così se siete curiosi potete andare voi stessi a cercare maggiori informazioni.

Ad esempio, lo sapevate che D-Nice ha scoperto e lanciato Kid Rock nel 1988?

EPISODIO 2 – GARY CLARK JR

Gary Clark Jr. è forse uno di quelli che più con la sua voce mi ha incantata, e sono riusciti a incastrare perfettamente la sua esibizione con lo svolgersi dell’episodio, dove ha suonato la canzone “Bright Lights”.

EPISODIO 3 -ESPERANZA SPALDING

Esperanza Spalding, vincitrice di un Grammy, non si esibisce sul palco dell’Harlem’s Paradise ma suona la canzone “I know you know” al party di Mariah allo Studio Museum di Harlem.

EPISODIO 4 – KINGFISH

Christone “Kingfish” Ingram è il musicista che più in assoluto mi è piaciuto in questa stagione. La sua voce accompagna la serie in ben due momenti, in un primo sound-check all’Harlem Paradise dove si esibisce con “The thrill is gone” e successivamente in serata con ” I put a spell on you”. Da brividi. Non vi posso lasciare il video dell’esibizione, ma vi metto entrambe le canzoni. Ascoltatele ed emozionatevi con me e la sua voce. E oltre alla sua voce degni di nota sono anche i riff che esegue con la chitarra.

EPISODIO 5 – GHOSTFACE KILLAH E ADRIAN YOUNGE

Ghostface Killah si esibisce accompagnato dal compositore e produttore Adrian Younge alla festa privata organizzata da Piranha con ospite Luke Cage con la canzone “The Sure Shot”.  Luke Cage tra l’altro fa un commento su Method Man, un membro del collettivo rap Wu-Tang Clan di cui fa parte Ghostface Killah stesso.

EPISODIO 7 – STEPHEN MARLEY

Il suo cognome dice già tutto, e infatti Stephen è il secondo figlio di Bob Marley. Stephen Marley al sound-check suona “You’re gonna leave (che l’abbiamo sentita anche nell’episodio 6) e successivamente si esibisce all’ Harlem’s Paradise con “Chase dem”.

EPISODIO 10 – FAITH EVANS E JADAKISS

La “regina” stessa Faith Evans si esibisce nuovamente (l’abbiamo vista anche nella prima stagione) all’Harlem’s Paradise affiancata da Jadakiss con la canzone “NYC”. Il video che segue è la scena in cui si esibiscono e si può vedere Mariah che fa riappendere il quadro di Notorious B.I.G. (Biggie) alla parete, che era per l’appunto il marito di Faith Evans.

EPISODIO 12 – KRS-ONE

La performance di KRS-One all’Harlem’s Paradise è stata interrotta, ma ha fatto in tempo ad esibirsi con “Jack of spades” e “Love’s Gonna Getcha”.

EPISODIO 13 – ADRIAN YOUNGE, ALI SHAHEED MUHAMMED E RAKIM

Nel finale ritroviamo Adrian Younge che questa volta si esibisce insieme ad Ali Shaheed Muhammed dei A Tribe Called Quest e a Rakim con la canzone “King’s Paradise”.

E voi che ne pensate di questa colonna sonora e di questi artisti? Quale è stato il vostro preferito? E se non avete ancora recuperato questa stagione, fatelo al più presto!

Hail Fanacea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.