Mickey 90 – La mostra per i primi novant’anni di Topolino

Nel 2018 il simpatico e decisamente poco conosciuto Topolino ha festeggiato i suoi primi novant’anni (esatto, 90 anni). Per celebrare questo splendido quanto importante traguardo, a Desenzano del Garda è stata organizzata una mostra celebrativa “Mickey 90 – L’arte di un sogno“.

La mostra è davvero affascinante in quanto sono esposte un sacco di memorabilia (più di trecento) legate al topo più famoso del mondo, dagli esordi ai giorni nostri. Non mancano un sacco di chicche per veri appassionati, oggetti esposti per la prima volta al mondo, disegni originali dei Grandi Maestri italiani e non solo. Molti degli oggetti esposti arrivano dagli archivi Disney americani e italiani ma non mancano fotogrammi, pagine, disegni prestati da collezionisti da ogni parte del mondo.

    

Libri Pop-up e orologi: Topolino sta bene su tutto!

Una delle curiosità che più mi hanno colpito è stato scoprire che fu proprio Walt Disney a doppiare Mickey nei suoi primi cortometraggi (il primo, storico Steambot Willie lo trovate qui ) dal 1928 al 1947. Ad una certa, Walt decise di farsi da parte, poiché a furia di fumare sigarette, la sua voce era troppo roca per il personaggio. Un giorno, nel 1955, durante la registrazione di una delle sigle del “Club di Topolino”, Walt si palesa in sala registrazioni ed esclama:”Ehi, non dimenticarlo: la so fare anche io la voce di Topolino” e doppia così, per l’ultima volta, il personaggio che ha dato il via ad una delle case di produzione più importanti della storia.

Girovagando per il castello, abbiamo assistito ad un incontro davvero EPOCALE: in sala, oltre a Federico Fiecconi, il curatore della mostra, erano presenti alcuni tra i più famosi e prolifici autori italiani della Disney, stiamo parlando di artisti del calibro di Massimo De Vita, Giorgio Cavazzano, Fabio Celoni, Andrea Freccero, Francesco D’Ippolito, Claudio Sciarrone, Paolo Mottura, Marco Ghiglione, Alessandro Zemolin, Paolo Campinoti e Francesco Guerrini. Moderati da Loris Cantarelli, il direttore della storica rivista “Fumo di China“. Gli autori hanno raccontato cosa li lega a Topolino, la loro esperienza con questo simpatico personaggio e non sono mancati aneddoti e curiosità davvero succulenti. È stato bello vederli immergersi nel fiume dei ricordi, parlare a briglia sciolta di quando hanno capito come disegnare alla loro maniera Topolino, personaggio dalle moltissime caratteristiche che ben si presta ai più disparati racconti. Topolino infatti, è decisamente adattabile a tutte le situazioni, infatti, nella sua storia editoriale non mancano trasposizioni di libri o film di diversa natura. Tra le cose che mi hanno più colpito, risalta  il fatto che di tutte le storie che ogni anno raccontano le avventure di Topolino e soci, il settanta percento (esatto, 70%) viene prodotto in Italia, il che fa ben capire quanto peso abbiano gli autori italiani nel mondo.

Topolino e la spada di ghiaccio - mickey 90
“Topolino e la Spada di Ghiaccio” è una delle storie più famose del grande Massimo De Vita

Non vi nascondo la grande emozione provata nell’assistere ad un incontro con nomi simili, autori che hanno plasmato l’immaginario a fumetti di milioni di lettori, ognuno col loro tratto, ognuno col proprio approccio ma tutti accomunati da una grande, inesauribile passione per il mondo Disney. L’umiltà con la quale si sono messi ad autografare i cataloghi della mostra, a scambiare quattro chiacchiere con i fan di ogni età è stata, davvero, disarmante.

Fabio Celoni in tutta la sua bravura 

Il catalogo della mostra è un libro di oltre trecento pagine che raccoglie un sacco di aneddoti raccontati dai sopracitati autori, da chi ha conosciuto o incontrato Walt Disney o Floyd Gottfredson, il primo a disegnare le strisce di Topolino, e molti altri. È un bel tomo che ben omaggia i primi novant’anni di questo straordinario personaggio e riesce a raccontare il grande successo che Topolino ha avuto fin dagli esordi.

Aggiornamento

La mostra, aperta a novembre, doveva chiudere il dieci febbraio ma grazie al grande successo ricevuto è stata prolungata di 3 settimane, fino al 3 marzo!

Vi consiglio di non farvela scappare perché se mai avete letto un Topolino (eddai, non raccontiamoci fandonie: almeno uno lo abbiamo letto tutti) merita DAVVERO una visita!

6 commenti su “Mickey 90 – La mostra per i primi novant’anni di Topolino

  1. grazie per l’articolo sulla mostra di Mickey 90! Quanto entusiasmo! Se vi va pubblicate che si prolunga FINO AL 3 MARZO! Troppe le richieste di visitarla arrivate in questi giorni, si allunga di 3 settimane! Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.