The Wardrobe: postumi da Milan Games Week 01

the wardrobe milan games week

Come tutti voi avrete già scordato, tre settimane fa si è svolta la Milan Games Week, la più importante manifestazione italiana del videogioco.

Nel marasma di eventi, anteprime, cosplayer, follia Unieuro e gadget costosissimi fatti con lo stampino, uno stand si è rivelato estremamente interessante, ovvero il padiglione dedicato ai videogiochi indipendenti.

Tra i vari titoli che hanno catturato la mia attenzione, di uno in particolare aspetto con impazienza l’uscita:

The Wardrobe: a game filled with metal, violence, absurd characters, forbidden practices and much more!

Il primo pensiero che ho avuto vedendo questo gioco su uno schermo è stato “DEPONIA!” e mezzo secondo dopo “Meh. Ne hanno fatto un altro ancora?”.

Qualche secondo più tardi ho realizzato che no, non c’era lo zampino della Daedalic dietro a quello che stavo vedendo, e mi sono avvicinata con un misto di curiosità e sollievo.

Deponia non mi ha mai convinta al 100%, ed è facile già dai primi minuti di gioco capire il motivo: Rufus, il protagonista, è uno dei personaggi più insopportabili di sempre. Opportunista, meschino, e pure scemo: empatizzare con lui è semplicemente impossibile, e questa è l’unica grande pecca di un gioco che altrimenti avrebbe tutte le carte in regola.

Fortunatamente questo non sembra il caso di The Wardrobe, avventura punta e clicca realizzata dall’italianissima C.I.N.I.C. Games.

Il protagonista è morto, cominciamo bene.

the wardrobe skinny
Ei fu.

Il protagonista di The Wardrobe è un giovane scheletro di nome Skinny che vive nell’armadio del suo migliore amico Ronald, vegliando su di lui a sua insaputa.

Skinny è morto cinque anni fa, per colpa di un’allergia mortale alle prugne, mangiate per errore ad un picnic con Ronald.

Un bel giorno Skinny si risveglia in una discarica e da lì dovrà trovare il modo di tornare indietro per far ammettere all’amico il suo crimine (Quale crimine? Aver gettato l’armadio? Aver ucciso per errore l’amico? Lo scopriremo solo giocando.) e salvargli l’anima dalla dannazione eterna!

Il gameplay è quello classico del genere, bisogna interagire con l’ambiente circostante cliccando in determinati punti, parlando con i vari personaggi e raccogliendo gli oggetti, da riporre nell’inventario (la gabbia toracica di Skinny!) e da combinare in vari modi per risolvere gli enigmi.

the wardrobe inventario
Il praticissimo inventario.

Saltano subito all’occhio gli scenari coloratissimi, estremamente dettagliati e pieni zeppi di riferimenti nerd (sono così tanti che non provo nemmeno a fare qualche esempio, ma non vedo l’ora di scovarli tutti!).

Questi ultimi, e la forte vena umoristica e spesso irriverente sono le caratteristiche principali che contraddistinguono il gioco.

tha wardrobe illustrazioni
Dannati Zubat!

Sì ma quando esce?

L’anteprima ha avuto un grandissimo successo, anche su Greenlight di Steam, e una settimana dopo la Milan Games week è stata annunciata la data di rilascio!

Il 26 gennaio 2017 The Wardrobe sarà disponibile per Windows, Mac e Linux su Steam e Zodiac Store.

HAIL FANACEA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.