Nomination EMMY 2017: le candidature e alcuni pronostici

Sono state finalmente annunciate le nomination per la 69sima edizione dei Primetime Emmy Awards la cui cerimonia si terrà il 17 settembre a Los Angeles. La famosa premiazione riconosce le eccellenze del mondo televisivo americano, e per un’amante delle serie tv come me, gli Emmy sono i miei Oscar.  Westworld e Saturday Night Live sono le serie più acclamate per quest’anno, con 22 nomination ciascuna, seguite da Stranger Things con 18 nomintion. Il fenomeno HBO invece porta sempre ottimi risultati, infatti è il network che con 110 nomination è il più rappresentato, nonostante non sia presente Game of Thrones in nessuna categoria poiché la programmazione posticipata a metà luglio non ha permesso di partecipare alla premiazione. Segue Netflix con 91 nomination.

Vi lascio con le categorie principali delle nomination agli Emmy 2017 e per quanto riguarda le serie drammatiche (la mia passione) ho aggiunto un piccolo commento/pronostico personale!

Miglior serie drammatica

Better Call Saul
The Crown
The Handmaid’s Tale
Stranger Things
This Is Us
Westworld
House of Cards

Per la miglior serie drammatica sarà una grande sfida, ne ho viste 4 su 7 e tutte meritano tantissimo. Personalmente sarei molto combattuta nello scegliere tra The Handmaid’s Tale e Stranger Things, ma se mi devo sbilanciare con un pronostico, Stranger Things sbaraglierà tutti.

 

Miglior attore protagonista in una serie drammatica

Sterling K. Brown, This Is Us
Anthony Hopkins, Westworld
Matthew Rhys, The Americans
Liev Schreiber, Ray Donovan
Kevin Spacey, House of Cards
Milo Ventimiglia, This Is Us

Kevin Spacey nei panni di Frank Underwood è sempre spaziale e i suoi monologhi verso il pubblico, mi fanno sempre venire i brividi quando guarda in camera. Devo anche ammettere che il mio voto è un po di parte, essendo l’unica serie tra le candidate ad averla vista.

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica

Viola Davis, How to Get Away with Murder
Claire Foy, The Crown
Elisabeth Moss, The Handmaid’s Tale
Keri Russell, The Americans
Evan Rachel Wood, Westworld
Robin Wright, House of Cards

Elisabeth Moss vincerà a mani basse. Come ho scritto nell’articolo recensione di The Handmaid’s Tale (potete leggerla qui) , la sua interpretazione è stata fenomale e con un’intensità quasi da fare male. L’Emmy porta già il suo nome.

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica

John Lithgow, The Crown
Jonathan Banks, Better Call Saul
Mandy Patinkin, Homeland
Michael Kelly, House of Cards
David Harbour, Stranger Things
Ron Cephas Jones, This Is Us
Jeffrey Wright, Westworld

Jonathan Banks, o meglio conosciuto come Mike Ehrmantraut, è uno di quegli attori che con poche parole e poche parti riesce a rubare la scena ai veri protagonisti della serie. In questa terza stagione di Better Call Saul avrei voluto più Mike. Il mio voto va a lui e alla sua interpretazione da poche parole e molte emozioni.

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica

Ann Dowde, The Handmaid’s Tale
Samira Wiley, The Handmaid’s Tale
Uzo Aduba, Orange Is the New Black
Millie Bobby Brown, Stranger Things
Chrissy Metz, This Is Us
Thandie Newton, Westworld

Millie Bobby Brown per me è una piccola grande star e mi ricorda un sacco una giovane Natalie Portman. Che abbia talento è indiscutibile e la sua interpretazione in Stranger Things è degna di nota e di un Emmy.

Miglior miniserie

Big Little Lies
Fargo
Feud: Bette and Joan
The Night Of
Genius

Miglior attore protagonista in una miniserie o film

Riz Ahmed, The Night of
Benedict Cumberbatch, Sherlock
Robert De Niro, The Wizard of Lies
Ewan McGregor, Fargo
Geoffrey Rush, Genius
John Turturro, The Night of

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film

Carrie Coon, Fargo
Felicity Huffman, American Crime
Nicole Kidman, Big Little Lies
Jessica Lange, Feud
Susan Sarandon, Feud
Reese Witherspoon, Big Little Lies

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film

Alexander Skarsgard, Big Little Lies
David Thewlis, Fargo
Alfred Molina, Feud
Stanley Tucci, Feud
Bill Camp, The Night Of
Michael K. Williams, The Night Of

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film

Regina King, American Crime
Shailene Woodley, Big Little Lies
Laura Dern, Big Little Lies
Judy Davis, Feud
Jackie Hoffman, Feud
Michelle Pfeiffer, The Wizard of Lies

Miglior serie comedy

Atlanta
Black-ish
Master of None
Modern Family
Silicon Valley
Unbreakable Kimmy Schmidt
Veep

Miglior attrice protagonista in una serie comedy

Pamela Adlon, Better Things
Jane Fonda, Grace&Frankie
Allison Janney, Mom
Ellie Kemper, Unbreakable Kimmy Schmidt
Julia Louis-Dreyfus, Veep
Tracee Ellis Ross, Black-ish
Lily Tomlin, Grace&Frankie

Miglior attore protagonista in una serie comedy

Anthony Anderson, Black-ish
Aziz Ansari, Master of None
Zach Galifianakis, Baskets
Donald Glover, Atlanta
William H. Macy, Shameless
Jeffrey Tambor, Transparent

Miglior attore non protagonista in una serie comedy

Alec Baldwin, Saturday Night Live
Louie Anderson, Baskets
Ty Burrell, Modern Family
Tituss Burgess, Unbreakable Kimmy Schmidt
Tony Hale, Veep
Matt Walsh, Veep

Miglior attrice non protagonista in una serie comedy

Kate McKinnon, Saturday Night Live
Vanessa Beyer, Saturday Night Live
Leslie Jones, Saturday Night Live
Anna Chlumsky, Veep
Judith Light, Transparent
Kathryn Hahn, Transparent

Miglior film per la tv

The Wizard of Lies
Black Mirror
Dolly Parton’s Christmas of Many Colors: Circle of Love
The Immortal Life of Henrietta Lacks
Sherlock

E voi che ne pensate? Commentate che poi ci rivediamo a settembre!

Hail Fanacea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *