Il Prescelto pt.2: Eye of the beholder

La prima parte di questo articolo la trovate qui.

Se non lo aveste ancora capito, quello che avete appena letto è un racconto liberamente ispirato alla storia di Ben Solo (Kylo Ren), un personaggio nato nell’ultimo capitolo cinematografico di Star Wars, Il Risveglio della Forza. Fin dall’uscita del film Kylo Ren è stato al centro di tumultuose polemiche per i motivi più sbagliati. Ritenuto da molti un “bruttone”, è stato criticato anche per la sua indole da adolescente in preda alle crisi di nervi. Per quanto si tratti di critiche basate su fatti abbastanza oggettivi, non significa che siano giuste. Se fossero proprio queste caratteristiche a renderlo un personaggio sfaccettato e complesso e per questo forse il personaggio più vero della nuova trilogia?

L’obiettivo è quello di riuscire a ritrovare la magia nelle cose, perciò se vi piace l’idea di questa rubrica vi chiedo d’ora in poi di lasciarvi andare e di cercare di non farvi condizionare da quello che pensate già: può essere che quando avrete finito di leggere amerete qualcosa di più in questo fantastico mondo che è Star Wars.

L’ ESTETICA DEL PERSONAGGIO

È innegabile, l’estetica del personaggio è follemente curata ed incredibilmente affascinante, che fosse un rimando al non più canonico Darth Revan o un nuovo design, bisogna ammettere che ogni cosa dell’aspetto di Kylo Ren è incredibilmente azzeccata, ogni cosa. Inutile spendere tante parole perché potremmo andare avanti per ore, le scene parlano da sole.

Il minaccioso shuttle classe Upsilon che piomba sulla preda come un falco, lento ed inesorabile.

la spada laser emana un leggendario mistero ed allo stesso tempo anche maestosa potenza (la guardia laser non è altro che lo sfogo laterale del laser reso necessario dalla potenza dell’arma. Per questo si accende dopo.) #mammasaura

oppure le sue vesti e l’elmetto ancora una volta ispirati ai samurai.

La voce originale

Per chi non fosse ancora convinto dell’incredibile caratterizzazione del personaggio, consiglio la visione del film in lingua originale: la voce di Driver infatti è molto più adulta e profonda, e potrebbe cambiare molto la percezione che avete avuto del personaggio, soprattutto quando non indossa la maschera. Tanto per capire ecco un piccolo estratto:

Knights of Ren

Perfino tu, Maestro dei Cavalieri di Ren,…” Non sappiamo chi o cosa siano i Cavalieri di Ren ma quei pochi secondi in cui compaiono nella visione di Rey sono più che sufficienti a creare un “effetto Boba Fett” capace di alimentare noi fan per altri 3 anni senza passare dal via. Non so nemmeno se voglio vederli in azione, forse sono troppo fighi per essere visti. Devo vederli.

La missione

Al cinema dimentichiamo spesso che noi, a differenza dei protagonisti della storia, siamo spesso osservatori onniscienti, diamo perciò per scontato che le motivazioni di questo o quell’altro personaggio siano giuste o sbagliate, stupide o serie, così dopo 5 minuti li abbiamo etichettati “buono, cattivo, il traditore etc..”  Non sappiamo veramente come Kylo abbia appreso delle sue origini. Gli unici indizi a riguardo ci arrivano da “Bloodline”, uno degli ultimi romanzi canone pubblicati, nonostante ciò non sappiamo nemmeno di quali informazioni sul suo passato sia a conoscenza oppure se sono vere. Chi ama Star Wars ha imparato che alcune tra le storie più belle sono proprio le storie che non ci vengono mostrate.

The Bad and Ugly

Ecco la critica più banale che è stata mossa al bravo Adam Driver. Driver non è di sicuro il tipico bonaccione all’americana in stile Hayden Christensen e per fortuna. Posso solo immaginare quanti attori “fighi” fossero in fila per un ruolo, la produzione però ha scelto Lui. Ben Solo doveva avere quell’aspetto, è stato scelto così per un motivo. Doveva essere facilmente detestabile? Doveva rappresentare la corruzione del male? Oppure è semplicemente un ragazzo, nipote dell’ultimo jedi, discendente di uno dei più grandi signori dei sith e figlio di una principessa, ma sempre un ragazzo come tanti altri. Quando ri-guarderete il film (so che lo farete) guardate con attenzione Ben, ha un volto asimmetrico, sproporzionato tipico del cattivo stereotipato, ma nonostante la sua anima sia oscura ha ancora gli occhi di un bambino, un bambino scappato di casa, portatore di un potere incredibile che non è riuscito a controllare e che gli si è rivoltato contro.

PERSONAGGIO E MOTIVAZIONI

Dal momento in cui Kylo Ren entra in scena possiamo percepire tutta la sua potenza. La sua sicurezza, i suoi poteri incredibili ed il suo essere spietato. Basta una scena per capire con chi abbiamo a che fare: un discepolo del male incredibilmente potente e determinato a compiere la sua missione.

la scena in cui giustizia Lor San Tekka è spaventosa

Jedi oscuro

Kylo Ren non è un Sith, è ancora “solo” un Jedi oscuro. Il che vuol dire che non ha ancora imparato le arti sith. Sembrerà poca cosa nell’economia della storia ma non lo è. Kylo non ha completato il suo addestramento, deve prima affrontare le prove per dimostrare di esserne degno e se vuole essere all’altezza di Darth Vader dovrà fare tutto ciò di cui è in potere, dovrà sacrificare tutto ciò che gli è rimasto di più caro.

L’altro Luke

Ben Solo per molti aspetti è una sorta di Luke Skywalker alternativo. Come molti di voi sanno il Ritorno dello Jedi inizialmente si intitolava “la vendetta dello Jedi”. Inutile dire che il film avrebbe virato su un finale molto più cupo. Cosa sarebbe successo se Luke si fosse sentito tradito da entrambi i suoi maestri e dai suoi genitori adottivi per avergli mentito riguardo al suo retaggio e poi averlo coinvolto in una guerra non sua? Kylo Ren è la risposta. Ecco come sarebbe diventato il “prescelto” se si fosse volto al male poiché ingannato dai suoi stessi cari.

Una nuova generazione

Uno dei tanti problemi in quest’era di sequel sono i nuovi personaggi. Per i fan gli “originali”non potranno mai essere superati dai nuovi arrivati, tendiamo ad affezionarci e poi a proteggere i miti come fossero dei monumenti ma allo stesso tempo ci priviamo della possibilità di “innamorarci” di nuovo. Presentare un nuovo personaggio con poteri spropositati non sarebbe bastato a garantirgli la simpatia degli appassionati, ci sarebbe stato un rigetto generale, “Darth Vader era il più forte!” allora come fare per renderlo un personaggio che con il tempo avremmo imparato a rispettare? Per prima cosa rendendolo rispettoso dei vecchi miti, vediamo chiaramente come venera la figura di Vader (un po’ come noi) e non se ne sente degno, in un secondo momento distruggerlo nonostante i suoi incredibili poteri, perché un grande cattivo non è definito da poteri sovrumani ma dalla sua storia e dalla sua forza di volontà. Ora Kylo non si è ancora guadagnato il suo posto tra i migliori cattivi, ma con la fine di Episodio VII è stato posizionato all’inizio della gara sulla griglia di partenza, in episodio VIII dovrà correre.

Giovane e dannato

Ogni fan è stato prima o dopo conquistato da qualche personaggio giovane che si è volto al male perché corrotto dal potere o dalle sue stesse abilità, Kylo Ren potrebbe essere uno di quei personaggi solo che questa volta non hanno voluto presentarcelo ricoperto di glassa e zucchero, questa volta è un personaggio reale, talvolta insicuro e soprattutto Umano.

CURIOSITÀ

What About Potter?

Fin dalla prima visione Kylo ren mi ha ricordato qualcuno ma non di questo mondo; poi sono riuscito a mettere a fuoco. Avete notato l’incredibile somiglianza tra Kylo Ren e l’arcinoto insegnante di pozioni di Hogwarts? Severus Piton è uno di quei personaggi ambigui che è rimasto nei nostri cuori nonostante ci fosse stato presentato come un detestabile prepotente che si opponeva in tutti i modi al protagonista, eppure rimane il mio preferito di tutto il ciclo Potteriano e credo lo rimarrà “Sempre”.

Ci sono diverse analogie tra i due personaggi da quella estetica: i vestiti, il volto  al fatto che siano entrambi servitori di un signore oscuro ma abbiano a loro volta dei piani personali di cui li tengono all’oscuro. Infine c’è questa scena che mi è sembrata fugare ogni dubbio sul fatto che effettivamente Kylo Ren abbia subito in fase di scrittura l’influenza potteriana:

e questa:

Appena dopo l’uscita del film nacque una teoria sulla vera missione di Kylo, la trovate qui, se questa o altre teorie simili si concretizzassero nei prossimi film non si tratterebbe più di una semplice somiglianza ma come minimo di un Tributo ad uno dei piu bei personaggi di sempre.

Adam Driver

Secondo me anche solo per il modo in cui sa prendersi in giro andrebbe preso in simpatia. Se non le avete viste di seguito trovate qualche link divertente con protagonista lo stesso Driver.

Un Boss in incognito

A casa con Mamma e Papà

CONCLUSIONE

Kylo Ren si è mostrato con il suo vero volto, ha superato la sua prova garantendosi l’odio dei fan ed infine è stato sconfitto. Il personaggio è stato buttato letteralmente a terra ed è rimasto giù.

Ora dovrà rialzarsi e guadagnarsi il rispetto dei fan. Questa era l’unica strada, doveva partire da zero. Quello che vorrei e che mi aspetto da dei bravi sceneggiatori e dal lungimirante  JJ Abrams è un personaggio che cresca, non piu il Kylo Ren ragazzino viziato del primo film ma un jedi oscuro sempre più consapevole e pericoloso. Ora che ha assaggiato il sapore del suo stesso sangue non deve più sottovalutare i suoi avversari, deve usare tutto il suo potere per fermarli. Avrà ancora bisogno di una maschera? Sarà ancora così sicuro di se?

Io nel prossimo film lo vorrei vedere più determinato ed un po’ più maturo, non troppo diverso da come è ora, solo una degna evoluzione, una cosa così magari

Se vi va di approfondire un po’ il personaggio a livello visivo ecco qui un link

https://it.pinterest.com/smogthefrog/revenge-of-the-jedi/

Se volete suggerire altri bellissimi artwork su Kylo scrivete pure nei commenti

Se invece non avete ancora recuperato il remake di Una Nuova Spe…ehm Il risveglio della forza, lo trovate qui.

e come sempre HAIL FANACEA!

2 commenti su “Il Prescelto pt.2: Eye of the beholder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.