Solo – A Star Wars Story: l’analisi del trailer nel dettaglio

Analisi del trailer di Solo - A Star Wars Story

Ieri come tutti sapete è finalmente uscito il primo trailer di Solo: A Star Wars Story, il secondo spin-off / anthology movie della saga. In questa lunga notte abbiamo scovato tutti i segreti che il trailer nasconde. Siete riusciti a scovare l’oggetto che compare ne “Gli Ultimi Jedi”?

I dadi

Solo i più attenti avranno notato un oggetto che abbiamo visto da poco ne “Gli ultimi Jedi” ed ancora prima nel 1977 in “Una nuova speranza”. Già, sono proprio i dadi fortunati di Han, apparsi per la prima volta nella cabina del Falcon e restituiti a Leia nell’ultimo capitolo a chiudere la storia della nostra canaglia preferita. Ora sappiamo che Han li ha sempre avuti con sé ed assumono quindi un nuovo valore.

i dadi fortunati di Han Solo

I guanti da corsa

Non è un segreto che Lucas sia sempre stato un appassionato di corse automobilistiche, e come in American Graffiti anche in Star Wars Harrison Ford interpreta un personaggio affamato di velocità. Non per niente usa i guanti da corsa e qui li rivediamo comparire nei primi anni della sua carriera. Fa sorridere poi che lo stesso regista del film – Ron Howard – sia uno degli attori di quel lontano American Graffiti, stavolta incaricato di dirigere quella testa calda di Han, personaggio lanciato da Ford.

Star Wars è come la poesia, va in rima.

i guanti da corsa di Han Solo

L’interfaccia di guida

Anche l’interfaccia di guida dello speeder di Han ricorda qualcosa che abbiamo già visto in passato, ovvero il computer di puntamento dell’ala-x. Non è la prima volta (lo abbiamo già visto in Rogue One) che estetica ed interfacce dei computer vengono re-integrati nei nuovi film per dare un senso di continuità anche estetica alla saga.

interfaccia del computer dello speeder di Han Solo

L’Imperial Patrol

Ecco arrivare nuovi soldati imperiali. Grazie ai leak dei set Lego questa tipologia in particolare è stata nominata “Imperial Patrol”, in italiano “Pattuglia Imperiale”. Tutto fa pensare che si tratti di una forza imperiale che sorveglia ed interviene in zone urbane a rischio (magari su Corellia?). Nel trailer sembrano più la municipale che insegue quelli che passano col rosso.

pattuglia imperiale o imperial patrol

Gli interni del Falcon

Vediamo per la prima volta “quel (gran) pezzo di ferraglia” uscito dalla fabbrica e cavolo se era ridotto male, qui scintilla come non mai. Se Han potesse vederlo ora con i Porg che ci fanno il nido dentro si rivolterebbe nella tomba. Poor Han.

gli interni del Millennium Falcon

Lando torna in azione

Lando non è il tipo da battaglie, lui è una canaglia come Han e non brama gli scontri, ma sappiamo che se c’è da combattere sa muoversi bene. A tal proposito non potete non leggere la miniserie a fumetti (davvero bella) dedicata a lui, che trovate qui. La cosa peculiare è che a quanto pare lo vedremo in azione anche in questo film, o perlomeno possiamo immaginarlo vedendo che il suo famoso elmetto comparso per la prima volta nel Ritorno dello Jedi sarà nel film. Wow, ho sempre adorato quella versione di Lando.

Lando Calrissian in azione con il blaster

La rotta di Kessel

Non abbiamo ancora la certezza che quella mostrata nel trailer sia la la famosa “Rotta di Kessel” ma è molto probabile, le alternative meno probabili sono lo Star Cluster di Lira San (Star Wars Rebels) oppure (meno probabile visti gli asteroidi) Bespin in tempesta. La soluzione più probabile rimane Kessel, quello che nell’universo Legends è noto come “The Maw” una massa di buchi neri nei pressi dello stesso pianeta resa visibile solo grazie alla fuoriuscita di gas ionizzato. Non sarebbe la prima volta che il nuovo canone si arricchisce di elementi presi dall’universo Legends.

una tempesta sulla rotta di kessel

Il nuovo (vecchio) Falcon

Ecco qui il Falcon come non lo abbiamo mai visto. Non sappiamo ancora se la chiusura delle “pinze” da cargo frontali sia lo standard di fabbrica o una modifica per adattarlo alla corsa ma in questo primo modello non è l’unica variazione rispetto al “classico”. Potete notare la parabola dorsale appiattita lungo la fusoliera e la colorazione che invece di essere rossa è blu (molto da Lando)

il nuovo vecchio Millennium Falcon

Il cugino di Maz Kanata

No, quello che si vede nel trailer al comando del cargo non è Maz Kanata, è una nuova specie di alieno scimmia con quattro braccia.

alieno che assomiglia a maz kanata

Chewbacca

Chewie non ha avuto sempre lo stesso vestito. In questo film decide di azzardare una provocantissima doppia bandoliera incrociata alla Zardoz (se non sapete cosa è Zardoz andate a casa e chiudetevi nel sottoscala). Chewbacca in questo film cambia outfit ed oltre alla doppia bandoliera cambia anche il munizionamento. Questo vuol dire che non lo vedremo con la sua inseparabile balestra?

chewbacca con la doppia bandoliera

Blue Max e BLX-5 o Vuffi Raa?

Quello che vedete qui sopra è il nuovo droide e copilota di Lando, i due sembrano avere una certa alchimia alla guida del Falcon e c’è chi specula già possa essere una vecchia conoscenza dell’universo Legends. Ci riferiamo in particolare a Vuffi Raa noto per essere stato il droide compagno di Lando oppure BLX-5 anche noto come Bollux che ha servito come droide da lavoro Han Solo durante le sue avventure. Bollux inoltre conteneva un secondo droide di nome Blue Max un droide hacker contenuto nella sua cassa toracica con una personalità indipendente (slicer Droid). Indovinate l’hardware sul quale era basata l’intelligenza del Falcon? Slicer Droid.

droide ldi ando calrissian

Per il momento è tutto dal CAPO! Voi quanti riferimenti o chicche avete scovato?

Fatecelo sapere nei commenti e rimanete sintonizzati per gli aggiornamenti dell’articolo!

Se avete già visto il film o volete preordinarlo in blu-ray lo trovate qui.

HAIL FANACEA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *