This Book is a Planetarium: scoprire il mondo da un pop-up

This Book is a Planetarium” non è solo il titolo di questo bellissimo libro pop-up (che trovate su Amazon qui), ma è anche il principale motivo per cui l’ho comprato e la pagina che da sola vale l’acquisto. Progettato dalla graphic designer americana Kelli Anderson, “This Book is a Planetarium” si compone di cinque pagine, per un totale di sei oggetti funzionanti realizzati completamente in cartoncino e accompagnati da relativa spiegazione del funzionamento.

copertina this book is a planetarium

Comincio mostrandovi l’oggetto che da subito ha fatto breccia nel mio cuore, ovvero il planetario: le costellazioni sono incise in questa mini cupola e, inserendo uno smartphone nell’incavo sottostante (ho provato con la luce del display ma non rende granché, meglio utilizzare la torcia sul retro) vi ritroverete con l’emisfero boreale autunnale proiettato sul soffitto.

Ovviamente il risultato dipende molto anche da quanto buia è la stanza in cui vi trovate, casa mia purtroppo non si presta molto bene a questo tipo di esperimenti, per cui vi intorterò con una bellissima foto promozionale. Vi assicuro che l’effetto finale è comunque molto bello, e un “uao!” alla prima accensione scappa garantito.

this book is a planetarium planetario

Altri due oggetti molto carini sono lo strumento musicale (una simil chitarra) e la cassa. La chitarra in particolare è molto divertente, seppur tendere bene le corde (che sono letteralmente le uniche parti di questi oggetti non fatte in carta) aprendo il libro il più possibile sia un’impresa un po’ sul chi va là, visto che rischiare di sfasciare tutto è un attimo, essendo tutto molto… cartaceo.

Inoltre solo passando al plettro sono riuscita a produrre dei suoni veri e propri, ma questo potrebbe dipendere non tanto dallo strumento in sé ma dal fatto che la mia formazione musicale non vada più in là di Fra’ Martino Campanaro suonato sulle pianole per bambini.

La cassa non fa i miracoli (di certo non ci potrete imbastire una festa), ma la differenza pur leggera si sente, e può essere molto utile per spiegare ai più piccini come funziona il suono.

this book is a planetarium cassa

Infine sono presenti un anello decodificatore (mandare messaggi segreti non passa mai di moda, sebbene la sostituzione nella crittografia sia un po’ antiquata), un calendario perpetuo (poco utile ma simpatico), e uno spirografo che sarebbe bellissimo se i denti dei cerchi interni non si rovinassero in modo sensibile ad ogni uso (ho già detto che è tutto di carta?).

This Book is a Planetarium è definitivamente un libro da avere in casa, se non per l’utilità reale sicuramente per la bellezza, e per il modo alla portata di tutti (ok, i testi sono in inglese, ma sono molto corti e molto semplici) con cui esplora temi scientifici come la luce e il suono. Una chicca per gli adulti, una meraviglia per i bambini.

Non lasciatevelo scappare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.