Tiger & Bunny: i sentieri sconosciuti dell’animazione

Tiger & Bunny: i sentieri sconosciuti dell’animazione

Il concetto di “anime sconosciuto” che affrontiamo in questa rubrica ha da sempre una doppia valenza: da un lato si è scritto di veri e propri tesori dimenticati mai usciti ufficialmente dal Giappone, appannaggio solo degli appassionati più convinti, dall’altro si è scritto di opere di animazione che sono bellamente ignorate solo in Italia, ma che sono molto apprezzate nel resto dell’occidente. Mai come in questo caso rientriamo nella seconda categoria.

Tiger & Bunny è una serie di 25 episodi del 2011 sui supereroi targata Sunrise, che ha generato un tale consenso nel pubblico e un enorme flusso di merchandising. Basti pensare che in un sondaggio online del 2017, indetto dal portale Anime!Anime!, Tiger & Bunny risulta il miglior anime supereroistico per i giapponesi, scalzando My Hero Academia e One Punch Man.
Ma non finisce qui.

La serie ha valicato l’oceano Pacifico e si è imposta anche negli U.S.A., dove si sta lavorando a un adattamento live action in salsa hollywoodiana con Ron Howard nello staff.
Ma di cosa parla questa serie oltremodo celebrata dappertutto?

La trama di Tiger & Bunny

Nella megalopoli di Schternbilt City i cittadini sono protetti dai cosiddetti Next, persone dotate di particolari superpoteri.
Questi supereroi non sono però solo dei giustizieri, ma anche delle vere e proprie superstar: le loro imprese sono continuamente seguite dal seguitissimo canale “Hero TV” e il pubblico decreta a fine stagione quale eroe merita il titolo di “King of Heroes”. Va da sé che più supercattivi si catturano e più casi si risolvono, più si diventa popolari. E con la popolarità arrivano anche i soldi: aziende e marchi pagano gli eroi per fare da sponsor. Per certi versi questi supereroi sono molto simili ad atleti professionisti.

In questa realtà si muove un eroe veterano, Wild Tiger, ormai in lento declino dopo anni di successi. Per poter risollevare la sua popolarità, gli verrà assegnato quale partner il giovane e brillante Barnaby Brooks jr., che ha una concezione dell’essere eroe molto diversa e molto meno romantica del vecchio compagno.

I due, come prevedibile, passeranno da incomprensioni e battibecchi a essere una squadra affiatata che combatterà il crimine (sempre parlando di classifiche, risultano come una delle coppie maschili più apprezzate negli anime).

Le puntate sono autoconclusive, ma c’è una trama di fondo, il mistero che ha spinto Barnaby a diventare un eroe: l’omicidio dei suoi genitori.

Caratteristiche

La prima parola che mi viene in mente recensendo quest’opera è “contaminazione“: contaminazione fra il concetto di eroe tipicamente occidentale e quello di eroe basato sui canoni del Sol levante. Ci si trova di fronte a eroi che hanno a che fare con i problemi di tutti i giorni e che ad ogni puntata hanno a che fare con il cattivo di turno, che è sconfitto tramite tecniche mirabolanti messe in atto con pose scenografiche (elemento tipicamente giapponese).

I protagonisti molto ben caratterizzati: si può vedere in Barnaby, perseguitato dall’omicidio dei genitori, la figura di Bruce Wayne, mentre è impossibile non essere dalla parte di Wild Tiger, personaggio di una simpatia disarmante e molto più saggio di quanto possa sembrare.
La coppia di protagonisti, che in questo genere di serie decreta il successo o il fallimento del prodotto, è veramente ben assortita e osservare che due animi così diversi, anche per la differenza di età, possano alla fine collimare è molto interessante. In questo senso mi hanno ricordato la mitica coppia di Arma Letale, Murtaugh e Riggs.

Il character design di tutti i personaggi è ben studiato e gli innesti di computer grafica non disturbano affatto e sono ben amalgamati.

Novità 2018

La prima serie del 2011 risolve qualche sottotrama e ha dei bei colpi di scena, ma lascia anche in sospeso certi aspetti. A gennaio 2018, dopo lunga attesa dei fan, che nel frattempo si erano consolati col manga e due film (che non ho visto, ma di cui ho letto recensioni positive), è stata annunciata una nuova stagione.

Conclusione

Anime molto divertente e avventuroso, personaggi attraenti anche solo dal bellissimi design dei costumi. Parliamo sicuramente di uno degli anime più interessanti del decennio in corso, ammesso apprezziate i supereroi e le serie di azione.

Consigliato senza ombra di dubbio, dovrebbe essere ancora reperibile una versione sub ita e sicuramente anche in sub eng.

HAIL FANACEA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.